Il Trattato
Widget Image
seguici su
02/12/2021

Pietra

Se rinasco, quando rinasco, voglio rinascere sasso.
Con l’arenaria al posto delle orecchie
ché le storie degli altri, i racconti affascinanti, non li voglio più ascoltare
e alle tentazioni delle parole non voglio più cedere;
due granuli biancastri di alabastro in luogo degli occhi
per non cogliere più la bellezza e non soffrirne l’assenza.
Poi vorrei un manto esterno lucido e lucente
di onice calcarea
e non la pelle che è registro malefico di ricordi
di carezze.
E infine vorrei un blocco granitico nella parte più interna di me pietra,
che sia impermeabile al desiderio di appagamento del cuore,
impassibile alla tenerezza
ed eternamente
immobile.

Condividi

Ultimo commento

lascia un commento