Il Trattato
Widget Image
seguici su
05/08/2021

E' una stagione di sangue e violenza quella che sta attraversando l’Afghanistan. Diverse agenzie umanitarie continuano a richiamare l’attenzione su un’inevitabile nuova catastrofe umanitaria in arrivo: dall’inizio dell’anno, quasi 300.000 persone sono state sfollate. A pagare il prezzo peggiore sono, come sempre, le minoranze etniche, fra tutte gli Hazara, e le donne, che nei distretti conquistati dai Talebani hanno già

Fin dai tempi della letteratura mitologica classica, l’essere umano è stato prevalentemente discinto in due macro-classi: i vincitori e i vinti; se i primi vengono plauditi e incoraggiati dall’intero entourage di cui fanno parte in letteratura, recitazione, pittura o vita reale che sia, i secondi sono visti sempre con qualche accenno di sospetto: qualcosa avranno pur fatto, se non è stato loro data la possibilità vincere… Che non ne avessero la voglia? La possibilità? Che sia loro mancata l’opportunità? Qualunque sia la risposta – o le risposte – a tali quesiti,

Come da consuetudine, anche quest’anno si sta svolgendo il noto Pride Month ("il mese della fierezza", ndr), un momento in cui migliaia di migliaia di persone di vari orientamenti sessuali scendono nelle piazze delle proprie città e partecipano a tale manifestazione. Già in numerosi centri d’Italia grandi masse hanno fatto sentire la loro voce: il 6 e il 12 giugno è stata la volta di Bergamo e Genova, il 19 giugno di Lecco, dal 18 al 27 giugno di Roma e Milano con la celebre Pride Week ("la settimana della

Tra i temi principali che orbitano attorno al “mondo” delle coppie miste, le questioni legate alla fragilità relazionale e alle separazioni precoci rappresentano ancora delle questioni da chiarire. A tal proposito la gran parte dell’opinione pubblica ritiene che le differenze socio-culturali andrebbero a rendere più ardua “l’impresa” di costruire una relazione di coppia stabile. Ad uno primo sguardo sembrerebbe che le “culture” - dando per scontato che si conosca chiaramente il concetto di “cultura” o che esso abbia una qualche validità conoscitiva - rappresentino delle “barriere” che vanno a sommarsi alle

In questo articolo è contenuto un estratto del primo incontro con Ra Kalam Bob Moses (1948) nel Febbraio 2019 a Quincy, Massachuttes, per Filosofia della Musica (www.filosofiadellamusica.com) e il Trattato (www.iltrattato.com), il contenuto del quale verrà pubblicato integralmente nelle prossime puntate. Alcune delle caratteristiche dei musicisti di alto livello che colpiscono di più sono certamente il loro livello di consapevolezza, la loro personalità e filosofia di vita. Sono proprio questi elementi, infatti, tra i tanti, ad averli resi quello che sono. La quantità di ore passate a suonare e a perfezionare la propria arte – da soli e in compagnia – sono state certamente fondamentali. Ma anche la

Quando Ahmed Rashid descrive Kabul nel suo testo “Talebani”, la definisce come una “Dresda di fine anni novanta”. I dieci anni di occupazione sovietica, la sanguinosa guerra civile fra Mujaheddin e la conquista Talebana, avevano restituito al paese una capitale fantasma. In qualsiasi angolo della città c’erano enormi cumuli di macerie che stazionavano in quei luoghi per mesi. Era quasi impossibile riuscire a trovare abitazioni o edifici che non avessero danni ingenti e pure gli uffici delle ONG, che i Talebani fecero di tutto per allontanare da Kabul, erano spogli